L'ORCHESTRA

logo orchestraL’Orchestra, costituita da circa 40 componenti, è una formazione che seleziona espressamente giovani del territorio. Anche se gli strumenti dell’Ensemble fanno pensare ad una formazione di tipo bandistico, in realtà l’impostazione che si è voluta dare, grazie ad un'intuizione del Maestro fondatore Stefano Pietrocarlo, è di tipo orchestrale poiché si predilige l’aspetto concertistico-musicale a quello più popolare delle sfilate. Il continuo impegno dei componenti ha portato in poco tempo la formazione ad avere al suo attivo un repertorio crescente quantitativamente e qualitativamente e che va dal classico (Verdi, Mozart, Beethoven, Dvorak) al moderno (musica leggera, jazz, sudamericana) alle colonne sonore (Jonn Williams, Morricone ecc.). In Concerto l’Orchestra è in grado di esibirsi sia al chiuso (auditorium, teatri ecc.) che all’aperto utilizzando, in questo ultimo caso, un impianto di amplificazione e illuminazione propri. Oltre all'Orchestra, l'Associazione è in grado di esibirsi con formazioni ridotte di percussioni e quartetti/quintetti di fiati (es. cerimonie nuziali e private) con repertori specifici. Per informazioni e organizzazione di concerti, rivolgersi alla Segreteria (338 4351219), presso la Sala di Musica (tel. 049 8881706), tutti i pomeriggi dal lunedì al venerdì dalle 16,00 alle 19,30.

CENNI STORICI

In poche righe non è certo possibile riassumere 150 anni di storia della Banda Musicale in Italia e parlare del ruolo che ha avuto socialmente e culturalmente in moltissimi centri. Nei piccoli paesi ha rappresentato il luogo di incontro di persone appartenenti anche a tre generazioni diverse. Dal punto di vista culturale-musicale, è stata una delle poche strade che un bambino poteva percorrere per avvicinarsi alla musica e allo studio di uno strumento. Per quanto riguarda la divulgazione e l'ascolto della musica, fino a metà del secolo scorso, pochi erano quelli che, per cultura e possibilità economiche, andavano a teatro (struttura questa tra l'altro presente esclusivamente nelle grandi città). La banda eseguendo passi tratti dal repertorio sinfonico operistico ha fatto conoscere questo mondo alla maggior parte degli italiani. Dopo gli anni '50, con la diffusione della radio, della televisione e dei mass media in genere, la funzione di divulgazione della musica è venuta meno e la banda ha sofferto in modo più o meno evidente nelle diverse zone d'Italia per questi cambiamenti. Dal punto di vista strettamente musicale c'è stata una vera e propria evoluzione, si è passati da un repertorio costituito principalmente da marce e trascrizioni di passi orchestrali a un repertorio più leggero, senz'altro influenzato dalla musica americana, anche lo swing e il jazz sono entrati a far parte della cultura bandistica. Negli ultimi anni, c'è una concreta rivalutazione in Italia e in Europa di questa formazione strumentale, si parla sempre più di “Orchestra di Fiati” Sulla scia dell'esperienza olandese, compositori di tutto il mondo cominciano a scrivere musica da concerto pensando appositamente alle potenzialità di questo ensemble.

L’”Orchestra di fiati di Cadoneghe” nasce come Associazione nel settembre del 2002, con il contributo dell'Amministrazione Comunale, su iniziativa di alcuni cittadini di Cadoneghe che intendevano rifondare la "Banda Jolanda" d'inizio XX secolo(in particolare Silvio DITTADI scomparso il 17-07-2011; suo ultimo desiderio fu che i suoi ragazzi lo accompagnassero al funerale con la Marcia dell'Aida). L'Associazione che gestisce l'Orchestra è ormai ben radicata a Cadoneghe e offre al Comune il servizio di Banda Civica nelle manifestazioni pubbliche, tanto che l’amministrazione si è prodigata per una sede dedicata, con spazi idonei e sicuri, nei pressi dello stadio Martin Luther King, a Mejaniga, in viale della Costituzione 3, inaugurata a fine luglio 2006 con un saggio degli allievi della scuola.
foto di gruppoNel 2006 sono iniziate anche le prime uscite dal territorio comunale con la partecipazione al concerto a San Pietro in Gù organizzato all’interno della rassegna “Terzo Festival Provinciale Delle Bande Musicali” e con l’esibizione in Piazza delle Erbe ospiti della Civica Orchestra di Padova.

Nel gennaio del 2007 l'Orchestra è stata invitata per un concerto in piazza Pedrocchi, nella manifestazione “Il radicchio in piazza”, ripresa da Rai 1 e anche per il 2007 l’Orchestra è stata selezionata per il 4° festival Provinciale bandistico.

In collaborazione con il Conservatorio C. Pollini di Padova, l’onore e il piacere di organizzare nella nostra sala in Cadoneghe, il 5° e il 6° corso(2008) per direttori di Banda. Le lezioni e gli incontri musicali si sono conclusi con i concerti della nostra orchestra, diretto dagli allievi, a Cadoneghe e poi a Padova nel prestigioso auditorium del Conservatorio, in occasione della giornata Europea della Musica con il patrocinio del Ministero dei Beni Culturali.

Nel 2010 la nostra formazione è stata selezionata dall’AICA come orchestra ospite per la Provincia di Padova al XX International Music Meeting con uno stage assieme alla sezione musicale di un liceo femminile di Montreal (Canada) e un concerto congiunto all’Orchestra de “Los Gatos” della California (USA). Cinque componenti, nel luglio 2010, sono stati selezionati insieme ad altri 40 ragazzi sotto i 25 anni da tutta Europa a formare un’orchestra sinfonica giovanile europea in Lussemburgo. In maggio l'orchestra ha portato i propri strumenti tra i canali di Venezia per esibirsi nella 36° Vogalonga e in agosto è stata organizzata una tournée in Abruzzo e Lazio e ovunque l’Orchestra ha riscosso successo per il livello musicale raggiunto.Jazz Band

Il 17 marzo 2011 l'esordio del nuovo Direttore, Daniele Trincanato, per la celebrazione a Cadoneghe del 150° dell'unità d'Italia. A Bovolenta (PD) concerto con l'APPLETON WEST AND EAST HS MARCHING BAND Wisconsin - USA, in fovore della popolazione alluvionata. Due concerti di Primavera avviano la collaborazione con il Comune di Vigonza. In particolare, il 2 giugno, la commemorazione dello storico incontro del 1875 tra il re d'Italia V. Emanuele II e l'imperatore d'Austria Francesco Giuseppe nella località Prati. L'organizzatore della Vogalonga, dott. Rosa Salva, dopo l'esibizione dell'anno precedente, sceglie espressamente la nostra orchestra per la 37° edizione, sempre sul cruciale passaggio di Cannareggio. Due diversi spettacoli per l'"Estate Carrarese" ai giardini di palazzo Zuckermann a Padova, con due programmi e allestimenti originali, hanno costituito la "prima volta" a pagamento con lo straordinario risultato del tutto esaurito e la soddisfazione per gli sponsor che hanno creduto in noi.

Nel 2012 l’Orchestra festeggia i 10 anni di vita e cambia nome. A conferma della bontà dell’iniziativa, è stata avviata una collaborazione che, alla data, coinvolge le Amministrazioni Comunali di Cadoneghe e Vigonza, ma aperta ad altri comuni contermini, per diventare Orchestra Civica Intercomunale con una rete di scuole di musica collegate. Si tratta di un’esperienza innovativa a livello nazionale di sinergia organizzativa ed economica e di rappresentatività del territorio. Il nuovo nome di Orchestra Brenta è stato ideato proprio per connotare il territorio di riferimento e diventare allo stesso tempo elemento unificante delle realtà Comunali che la sostengono. Il concerto inaugurale si è svolto in ottobre al teatro Verdi di Padova con ospiti d’eccezione il trombettista Marco Tamburini e il pianista Michelangelo Stregapede.
Teatro Verdi (PD) 26/10/2012Il 2013 si è aperto con un concerto insieme al Quintetto di fiati e al Direttore della New CHICAGO Chamber Orchestra, in tournée in Italia. Nel percorso di continuo miglioramento e diversificazione di esperienze, del 2014 è invece la prima esperienza di concerto per coro lirico e orchestra in collaborazione con i cori di Vigonza e le collaborazioni con cantanti solisti (Paola Casula, Alan Farrington, Alessia Busetto).
TV2000 ha aperto la sua trasmissione 2014 “Prove d’orcheValerio Caccostra”, dedicata alle le bande musicali nella loro storia, nel loro rapporto con il territorio, nell’intreccio di storie personali legate alla vita del complesso musicale, con un viaggio che attraversa tutte le regioni italiane, proprio con l’Orchestra Brenta dedicandole ben due puntate (v. registrazioni sul sito) con l'emblematica storia di Valerio Cacco di S.Vito di Vigonza, scampato ai Campi di concentramento grazie al suo clarinetto e nostro 1° clarinetto onorario.Siena 8 giugno 2014

Nel mese di giugno l’orchestra di è esibita in luoghi prestigiosi, tra i più belli al mondo (Pienza: la Città ideale voluta da Papa Piccolomini Pio II, Siena : il cortile del Palazzo Pubblico, sede del primo parlamento democratico aperto). Vigonza e Cadoneghe per mezzo dell’Orchestra Brenta sono state ambasciatrici, per due giorni presso le Amministrazioni di Pienza e Siena, delle loro realtà artistiche musicali con lusinghieri commenti sulla stampa e al cospetto di un foltissimo pubblico, tanto che l'Orchestra torna a Pienza, nella splendida cornice di Piazza Pio II, per le celebrazioni della Festa dell'Assunta, sia nel 2017, sia nel ferragosto del 2018.

Pienza

A Natale 2017 si esibisce assieme alla nota cantante spirit Cheryl Porter in un concerto con finalità benefiche che ottiene il tutto esaurito.

Cheryl Porter

L'Orchestra rappresenta un’esperienza altamente formativa per i ragazzi, e si auspica che sempre più persone entrino a farne parte. Certo, il merito del livello raggiunto dai ragazzi va anche al maestro fondatore, Stefano Pietrocarlo, che ha trasmesso ai suoi allievi tutta la passione per la musica. Merito del nuovo Direttore, Daniele Trincanato, quello di aver accresciuto nei componenti dell'Orchestra l'orgoglio di appartenenza e lo stimolo di obiettivi sempre più ambiziosi da raggiungere tutti insieme.